“Cézanne e la Modernità”, l’artista torna nella sua Aix en Provence

Cezanne12 Luglio – 5 Ottobre 2014 Presso il Museo Granet di Aix en Provence, un‘ esposizione organizzata dal Princeton University Art Museum in collaborazione con la Henry and Rose Pearlman Foundation. La magnifica collezione Henry and Rose Pearlman è stata riunita fra il 1943 ed il 1974 da Henry Pearlman (1895-1974), uomo d’affari di New York con una grande passione per l’arte. Questa esposizione, “Cézanne e la Modernità” presenta una cinquantina di opere del periodo impressionista e post-impressionista tra cui alcuni acquerelli di valore inestimabile di Paul Cézanne. Di questa collezione fanno parte anche opere di Edgar Degas, Vincent van Gogh, Camille Pissarro, Paul Gauguin, Henri de Toulouse-Lautrec, Chaïm Soutine, Wilhem Lehmbruck, Jack Lipchitz e Oscar Kokoschhka.

Visitare questa mostra aiuta a completare il proprio viaggio sulle orme di Cézanne che nacque ad Aix en Provence nel 1839 e vi morì nel 1906. L’artista da giovane seguì i primi corsi di disegno dal vivo e di riproduzione dell’opera d’arte antica proprio presso il Museo Granet. Sempre legato alla sua città, quando ne fu lontano ebbe modo di affermare: «Quando ero ad Aix, credevo che sarei stato meglio altrove, ora che sono qui, rimpiango Aix».

A soli 25 chilometri da Marsiglia, Aix en Provence è una elegante città francese che oggi ricorda con grandeatelier cezanne attenzione il suo più celebre figlio organizzando anche il “Circuito Cézanne” con il quale si possono ripercorrere tutti i luoghi più cari all’artista. Fra le tappe obbligate, il suo ultimo Atelier, ancora oggi visitabile, così descritto da Emile Bernard quando nel 1904 andò a trovare il suo amico Paul:

«Aprì un portone di legno. Penetrammo in un giardino il cui pendio andava a morire in un ruscello; pullulava di ulivi, in fondo c’erano alcuni abeti. Sotto una grossa pietra, prese una chiave e aprì la casa nuova e silenziosa che il sole sembrava voler cuocere… Al primo piano, la sala da lavoro era un grande locale di color grigio, illuminato da nord, da una fonte naturale all’altezza dell’appoggio… Era all’opera su una tela che rappresentava tre teschi su un tappeto orientale. Su un cavalletto meccanico che aveva appena fatto installare, vi era ancora una grande tela di donne nude che facevano il bagno…Sulla parete dello studio, oltre alle tele di paesaggi che asciugavano senza cornice, notai delle mele verdi su una tavola…»

 

Per maggiori informazioni suggeriamo di visitare i seguenti siti:

http://www.aixenprovencetourism.com/it/

http://www.cezanne-en-provence.com

www.museegranet-aixenprovence.fr

http://www.atelier-cezanne.com/italien/visites.htm

 La mostra “Cézanne e la Modernità” è attualmente esposta, fino al 22 giugno 2014, ad Oxford presso il museo Ashmolean; dopo l’evento in Provenza, l’intera collezione in autunno farà rientro negli Stati Uniti, presso l’Università di Princeton a cui è stata affidata dal 1976; per maggiori informazioni circa la mostra in corso ad Oxford:

http://www.ashmolean.org/exhibitions/cezanne/

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...