Lìbrati e le case di Jane Austen

12 Settembre 2018 – Se siete a Padova un imperdibile appuntamento dedicato a Jane Austen presso Lìbrati. Libreria delle donne:

«Lìbrati vi aspetta mercoledì 12 settembre alle ore 18:30 per un appuntamento dedicato ad una delle nostre scrittrici preferite, la grande Jane Austen. A partire dal libro A casa di Jane Austen di Lucy Worsley, uscito per Neri Pozza, esploreremo i luoghi familiari e di vita e i luoghi letterari della grande scrittrice inglese, entrando nelle sue case come nei suoi romanzi. L’incontro è a cura di Laura Capuzzo, libraia di Lìbrati. Con diapositive e video.

le_case_di_jane_AustenSul volume A casa di Jane Austen

Il mondo dei romanzi di Jane Austen è domestico, ordinato, intimo. I suoi personaggi abitano in villini deliziosi, residenze di campagna principesche ed eleganti palazzi cittadini. Si è tentati perciò di credere che anche la vita della grande scrittrice si sia svolta in ambienti analoghi. Nulla di più lontano dalla realtà. L’esistenza di Jane, in apparenza tanto tranquilla, fu segnata da porte chiuse, strade che non le fu consentito imboccare, scelte che non poté compiere. La piccola somma guadagnata a fatica grazie ai suoi libri non bastava a consentirle di avere una casa tutta sua, e la morte del padre la costrinse a peregrinare tra abitazioni in affitto o presso parenti che le riservavano il destino proprio delle zie nubili: badare ai bambini.
Leggendo i suoi romanzi, così pieni di case amate, perdute, sognate, si comprende bene come il desiderio struggente di una casa vera, di un luogo protetto dove mettere al sicuro i propri manoscritti e scrivere senza il peso delle faccende domestiche, non l’abbia mai abbandonata.
Dalla modesta canonica di Steventon, circondata da castagni e abeti e da «uno di quei giardini vecchio stile nei quali convivono verdure e fiori», in cui Jane nacque e crebbe, fino al cottage di campagna di Chawton, nell’Hampshire, dove trascorse gli ultimi anni della sua breve vita, Lucy Worsley, con una scrittura affascinante e spiritosa, perfettamente in tono con i romanzi della Austen, ci conduce nella quotidianità della scrittrice più amata, mostrando le sue giornate buone e quelle storte, i piaceri privati e le incombenze, quelle «piccole cose dalle quali dipende la felicità quotidiana della vita domestica», e che lei elevò ad arte.

Lucy Worsley, è curatrice presso l’Historic Royal Palaces, l’ente che si occupa della Torre di Londra, di Hampton Court Palace, del palazzo Kensington e di altri luoghi storici. Dopo essere diventata ispettrice di monumenti antichi del patrimonio inglese, ha iniziato a compiere ricerche storiche presso il castello di Bolsover nel Derbyshire, esperienza che la ha portata a scrivere il suo primo libro, “Cavalier”. Tra le sue opere figurano “If Walls Could Talk, A Very British Murder” e il suo primo romanzo storico, “Eliza Rose”.
Per la BBC ha curato e condotto il programma “Jane Austen: Behind Closed Doors”, un’esplorazione delle case in cui Jane Austen ha vissuto e soggiornato».

Ingresso libero

Per informazioni e aggiornamenti: Le case di Jane 

 

Un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...