Majorca, l’isola degli scrittori. Un libro di Franco Mimmi

Majorca, l’isola che sintetizza e racchiude in sé la bellezza e le essenze del Mediterraneo; il vento e il mare delineano i paesaggi intorno alla città di Palma con la sua maestosa Cattedrale e il prezioso centro storico, il Casco Antiguo, tra le cui viuzze si nascondono storici palazzi e inattesi splendidi cortili. È tutto molto bello e armonico, dal primo sguardo se ne ricava un incanto quasi tangibile e penetrante che poi gradualmente si rivela inafferrabile e distante, fino a trasmetterti la consapevolezza di non poterla possedere: Majorca ti emoziona, ti rende partecipe, ti coinvolge generosamente ma, senza illuderti, sembra ricordarti continuamente che è lei l’unica e indiscussa protagonista. Con queste caratteristiche e prerogative l’isola ha sempre richiamato a sé scrittori e artisti nelle cui opere possiamo trovare tracce e riferimenti, anche significativi, del loro soggiorno a Majorca.

PrimaDiCopertina.jpgFranco Mimmi, giornalista e autore di numerosi libri, ha scelto di vivere a Majorca e due anni fa ha pubblicato il bellissimo volume, Majorca, l’isola degli scrittori (edito da Lampi di stampa), un libro che consigliamo a tutti coloro che amano questa splendida isola. Con questa pubblicazione Mimmi ha reso definitivamente tangibile la bellezza di Majorca selezionando per noi fra le parole più intense che importanti scrittori hanno dedicato all’isola dopo avervi trascorso un periodo di vita decisivo sia da un punto di vista personale che artistico. Come scrive Mimmi nelle pagine introduttive:

«[…] sono venuti qui a frotte da tutto il mondo, uomini e donne, in cerca di bellezza e di tranquillità per nutrire la loro ispirazione, per scrivere un libro o anche un solo verso, per  vivere da felici eremiti o per mescolarsi felicemente ai loro colleghi isolani, per una breve frivola vacanza o per dare un senso a tutta la loro esistenza».  Mimmi ha dovuto effettuare una selezione: gli scrittori che compaiono nel suo libro non sono viventi, sono stranieri e sono stati, nella loro produzione letteraria, fortemente influenzati dall’isola.

Il primo capitolo è dedicato ad una celebre coppia sulle cui tracce andarono molti scrittori che giunsero in seguito a Majorca: la scrittrice francese George Sand e il musicista polacco Frédéric Chopin arrivarono sull’isola l’8 novembre del 1838 con l’idea di trascorrervi l’intero inverno. Vissero per buona parte del loro soggiorno a Valldemossa, nel Nord-Ovest dell’isola.

George Sand scrisse Un inverno a Majorca, libro in cui «l’ironia sconfina spesso nel sarcasmo», a tal punto che alcuni avvocati avevano preso in considerazione l’idea di procedere legalmente contro l’immorale scrittrice. George Sand e Chopin ebbero modo di criticare i modi un po’ rozzi degli isolani, ma apprezzarono profondamente la bellezza del luogo. Chopin, una settimana dopo il suo arrivo scrisse: «Sono a Palma, tra le palme, i limoni, le aloe, i fichi, i melograni, tutto ciò che il Jardin des Plantes ha nelle sue serre. Il cielo è di turchese, il mare azzurro, le montagne di smeraldo e l’aria paradisiaca. C’è il sole tutto il giorno, tutti sono vestiti come d’estate e fa caldo, la notte si ascoltano chitarre e canti per ore intere». George Sand ebbe modo di scrivere: «Per i pittori Majorca è uno dei più bei posti della terra…È come la verde Elvezia sotto il cielo della Calabria e con la solennità e il silenzio dell’Oriente». Queste sono fra le prime bellissime citazioni che Mimmi ha selezionato nel suo volume. Parole suggestive e intense di poeti e scrittori che hanno raccontato l’isola secondo la propria sensibilità e la propria esperienza personale. Mimmi ricorda il soggiorno e le parole del poeta Rubén Dario, della scrittrice Gertrude Stein, dello scrittore argentino Jorge Luis Borges.  Per D.H.Lawrence, Majorca rappresentò una delle ultime tappe del “selvaggio pellegrinare”, un esilio volontario nel quale lo scrittore spese la seconda metà della sua vita.

Mimmi ricorda Agatha Christie, la grande scrittrice di romanzi polizieschi che proprio con il suo soggiorno a Majorca ebbe modo di seminare parecchi misteri e non rivelò quasi nulla di questa sua vacanza, regalando però ai suoi lettori il racconto Problem at Pollensa Bay. Come spiega Mimmi «le descrizioni contenute nel racconto sono abbastanza precise da far pensare che proprio Pollença sia il luogo nel quale la signora del crimine trascorse la sua vacanza».

Mimmi ci ripropone  anche le parole, sempre emozionanti, con cui Albert Camus descrisse la sua esperienza a Palma: «È possibile che mai luogo alcuno, che non sia il Mediterraneo, mi abbia condotto a un tempo tanto lontano e tanto vicino a me stesso. Da qui veniva, senza dubbio, la mia emozione nl caffè di Palma. Ma a mezzogiorno, al contrario, nel quartiere deserto della cattedrale, tra i vecchi palazzi delle fresche corti, per le strade che odorano a ombra, ciò che mi colpiva era l’idea di una certa “lentezza”. Nelle verande, donne anziane immobili. E camminando lungo le case, arrestandomi nei cortili pieni di piante e di colonne tonde e grigie, mi fondevo in quell’odore di silenzio, perdevo i miei confini, non ero più se non il suono dei miei passi, o quel volo di uccelli di cui percepivo l’ombra sull’alto dei muri ancora soleggiati».

Un libro, quello di Franco Mimmi che, attraverso le parole di grandi scrittori, definisce le emozioni e l’incanto di tutti quei visitatori che, pur profondamente colpiti dall’isola, non sono in grado di esprimere il proprio stupore.

Majorca, l’isola degli scrittori è dunque un libro destinato a tutte le anime sensibili che hanno già scoperto le meraviglie di questa isola o che si apprestano a farlo.

Assolutamente consigliato.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...