A Montmartre, artisti urbani in dialogo con Salvador Dalì

Fino al 15 marzo 2015 – «Con la somma totale della mia attività fenomenale e polimorfa, avrò lasciato sulla pelle dura della “schiena artistica”, rotonda e flaccida della mia epoca l’impronta evidente, l’anagramma sigillato nel fuoco della mia personalità e nel sangue di Gala, di tutta la generosità fertilizzante delle mie “invenzioni poetiche”». Questa parole sono tratte dalla prefazione del romanzo Volti nascosti (Mondadori) di Salvador Dalì, uno degli artisti più importanti e innovativi del ventesimo secolo, un artista esplosivo, ribelle, popolare, divertente, polimorfico. Ed è proprio soffermandosi su queste caratteristiche che a Parigi, nel cuore di Montmartre, in uno spazio interamente dedicato a Dalì, si sta svolgendo un’importante esposizione che coinvolge una ventina di giovani artisti urbani,  tutti dediti alla Street Art, anche essa ribelle, esplosiva, polimorfa.

Gli artisti che partecipano all’evento sono Akiza, Artiste Ouvrier, Fred Calmets, Codex Urbanus, HadrienDurand-Baïssas, Jadikan, Jérôme Mesnager, Les King’s Queer, Kool Koor, Kouka, Levalet, Thomas Mainardi, Manser, Nikodem, Nowart, Paella, Pioc PPC, Sack, Speedy Graphito, Valeria Attinelli, Zokatos. Le opere da loro realizzate sono in dialogo con l’universo surrealista di Dalì utilizzando esclusivamente i codici dell’arte urbana,  il percorso espositivo si rivela vario, anticonformista, originale. Dunque un motivo in più per visitare Espace Dalì, l’unico spazio espositivo permanente in Francia interamente10653457_848517528492558_6447597836310929802_n dedicato al Maestro del Surrealismo ed in particolare alle sue sculture e incisioni. Una collezione unica nel suo genere, 3oo opere realizzate dall’artista qui costantemente esposte, nel quartiere che Dalì aveva eletto a sua casa alla fine degli anni venti, quando si trasferì in rue Becquerel in un appartamento che il poeta surrealista Paul Eluard aveva trovato per Gala, la donna che aveva sposato nel 1917 e da cui si stava separando proprio in questi anni, futura compagna e musa oltre che «buona fata dell’equilibrio» di Salvador Dalì.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...