Agosto a Lavarone: Incontri d’Autore

Agosto 2015 – Tornano gli Incontri d’Autore a Lavarone (TN), il consueto e atteso appuntamento con la letteratura organizzato  dal comune in collaborazione con la Biblioteca Comunale Sigmund Freud. Presso il Centro Congressi di Lavarone (Frazione Gionghi) si alternano per tutto il mese scrittori, giornalisti e rappresentanti del mondo della cultura in un calendario ricco di prestigiosi incontri.

Fra i partecipanti ricordiamo Paolo Mieli, Paolo Rumiz, Luca Mercalli, Mauro Corona, Sveva Casati Modignani.

sigmund-freud1
Sigmund Freud

Incontri d’autore in un luogo d’autore: Lavarone fu per molti anni meta prediletta di Sigmund Freud. Appassionato di viaggi e di archeologia il Padre della Psicoanalisi amava l’Italia e il Sud e qui a Lavarone ebbe modo di trascorrere diverse vacanze. Qui di seguito propongo un brano tratto da un articolo pubblicato sul Web Magazine Dietro le Quinte in cui descrivevo proprio il legame di Freud con Lavarone:

sigmund-freud-a-lavarone-il-cuore-che-volge-a-L-O9SKBx
Riproduzione bassorilievo Gradiva, Lavarone

«Il primo soggiorno di Freud a Lavarone risale all’estate del 1900, rimane traccia del suo entusiasmo in una delle numerose lettere che scrive alla moglie Martha in cui afferma «Unser Herz zeigt nach dem Süden», una frase divenuta celebre e coniata a Lavarone che ha dato poi anche il titolo alla raccolta Il nostro cuore volge al Sud. Lettere di viaggio. Soprattutto dall’Italia (1895-1923) edito da Bompiani nel 2003. La scelta delle destinazioni da visitare era sempre ben ponderata e l’idea di soggiornare su questo altopiano gli fu suggerita da un poeta sensibile e sfortunato, amico del fratello Alexander, che anni prima aveva ricordato con grande nostalgia i giorni spensierati da lui trascorsi fra queste montagne.Dopo questa prima visita, qualche anno dopo, nel 1906, la famiglia Freud tornò a Lavarone e soggiornò per due mesi presso l’Hotel du Lac che ancora oggi, con grande orgoglio, ricorda questo suo illustre Ospite. I giorni trascorrevano fra i bagni nel vicino lago, le passeggiate lungo i sentieri, le escursioni nelle località vicine e le conversazioni con Otto Rank, Sándor Ferenczi e Ernest Jones, i suoi collaboratori più stretti che giungevano da Vienna per fargli visita. A questo periodo risale la scrittura de Il delirio e i sogni nella “Gradiva” di Wilhelm Jensen in seguito alla lettura del racconto Gradiva di Jensen che gli era stato segnalato da Carl Gustav Jung, negli anni in cui iniziava il loro rapporto di amicizia e di reciproca stima professionale. La novella di Jensen la cui storia ruota intorno ad un bassorilievo su cui è raffigurata una figura femminile mentre cammina, viene analizzata e in un certo senso riscritta da Freud che approfondisce la vicenda letteraria da un punto di vista psicoanalitico e raggiunge una prima consapevolezza della stretta relazione fra psicoanalisi e arte. Passeggiando lungo il lago di Lavarone e percorrendo quella che dal 1994 è ufficialmente la “Passeggiata Gradiva”, oggi troviamo una riproduzione di questo bassorilievo e le parole che Freud scrisse nel maggio del 1907 a Jung in cui confida che la nascita di questo saggio era avvenuta «in giornate luminose» e che anche a lui lo scritto «aveva procurato molta gioia». Nel 1979, a quaranta anni dalla scomparsa di Freud, la Società Psicoanalitica Italiana ha deciso di affiggere una lastra commemorativa sulla facciata dell’Hotel du Lac e ancora oggi, ogni estate nel mese di luglio, si svolge proprio a Lavarone il convegno “Le frontiere della Psicoanalisi” che tra mostre, dibattiti e rassegna cinematografica offre un ricco programma di approfondimento su temi legati al mondo della psicoanalisi i cui appuntamenti ogni anno vedono partecipe anche un folto pubblico di non addetti ai lavori».

(tratto dall’ articolo del 14 settembre 2012 apparso sul magazine Dietro Le Quinte on line con il titolo Sigmund Freud a Lavarone: il Cuore che Volge al Sud).

11015203_1613589882247233_2714432800079596857_n

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...